Riprendiamoci l’umanità

Se non si era capito finora, questo è un blog devoto agli Almamegretta e ostile al golpe globale neoliberista che sta divorando terra e libertà, e questo spiega anche il perché le Fiabe Atroci siano favorevoli alla realtà e contrarie all’attualità, amanti dei sensi e dell’intelligenza sensibile e stanche dei razionalismi ottusi e del pragmatismo economicista e scientista
Tienimi la mano se po’ fa’
Riprendiamoci l’umanità
Buon 2018 

Continua a leggere “Riprendiamoci l’umanità”

Annunci

Notte di Natale


focare aradeo
Notte di sogni misteriosi ancestrali arcaici premoderni, rigettati e ritornanti ogni anno nei giorni corti del solstizio d’inverno

Notti cupe e lunghe di cuccuvace ululanti nascoste nelle case abbandonate

Notti di muschi che avanzano umidi sulle lamie e sui cigli delle strade fino ai presepi appoggiati sui muri bianchi e fuligginosi

Notti di panni stesi sulle lamie e riportati dentro per non prendere l’umido

Notti secche come le montagne e umide come le campagne

Notti di fuochi nella notte e di ritrovi ciclici con le stesse persone le persone di sempre quelle che sanno tutto di te Continua a leggere “Notte di Natale”

Arancio fuoco

“A 16 anni le opzioni sono due:  visto che

o diventi pugile o diventi come me che sono debole, 

che non ho regole, che ho roba demodé, 

che detesto il cliché dell’uomo che non deve chiedere mai, 

dato che se non chiedi non sai” 

Caparezza

 

È quasi tramonto e il Sole si sta avviando a sparire dietro la fine dei binari. Marco è arrivato da circa un’ora nella piccola stazione cittadina e si è seduto sulla stessa panchina dove si trova ancora adesso, quella più lontana dall’entrata e dal passaggio continuo dei pendolari ritornanti in sede nel tran tran quotidiano a cui sono costretti. Li vede sparire e riapparire dalle rampe di scale del sottopassaggio, da lontano, li guarda e si sente lontano anni luce da loro.

Ha il telefono in mano ma non lo guarda più. Continua a fissare i binari che muoiono all’orizzonte e al di sotto del cerchio perfetto e arancione del sole caldo di luglio. Non sa cosa vuole, forse non vuole più niente. Continua a leggere “Arancio fuoco”

L’ULTIMO ANNO – RADIO KAIROS BOLOGNA

top_hobo_new.png

In una serata ancora fredda dell’aprile del 2014, mi ritrovai ospite del programma Hobo di Radio Kairos, emittente indipendente di via Casarini, a Bologna, situata in uno spazio in condivisione con il Tpo (Teatro Polivalente Occupato), storico centro sociale nato esattamente lo stesso giorno in cui andai ad abitare nella città emiliana, più di vent’anni fa ormai.

Fu una lunga e piacevole chiacchierata insieme a Carmela Matarozzo e Cristiano Gavino Cacchione su politica, amore, racconti e persone, alternata a letture e canzoni a tema, e fu molto emozionante per me portare il mio piccolo romanzo d’esordio in un luogo sicuramente a lui familiare.

Ho ritrovato da poco l’audio di quella puntata e l’ho corredato di immagini e video che aiutano a rendere le atmosfere che abbiamo descritto. Continua a leggere “L’ULTIMO ANNO – RADIO KAIROS BOLOGNA”