pisello nano

di Las Manitas

🌱🌱

 

biani troiaZollino, 8 aprile 2020 – Due tipi sospetti sono stati identificati dalle telecamere a circuito chiuso, installate dalle forze di polizia nei pressi di un’aiuola. Si tratta di una leguminosa, nota come «Pisello nano», 4 mesi, di Zollino, con numerosi precedenti penali: manifestazioni di vita non autorizzate, attività finalizzate allo spaccio di sostanze altamente nutritive, dispersione illegale di azoto nel terreno e turbamento dell’ordine multinazionale precostituito.

Il soggetto in questione, non curante delle restrizioni statali, si aggirava per i campi con un gruppo di facinorosi, probabilmente appartenenti alla famiglia delle Poaceae. Si tratta di soggetti pericolosi dell’hinterland leccese noti come «Li Segale», di 3 e 4 mesi, altamente specializzati in attività illecite di Sovescio.

Sono in corso le indagini delle forze di polizia. I vegetali in questione sono stati multati per inottemperanza alle prescrizioni ministeriali e segnalati alle autorità di pubblica sicurezza.

Pisello nano di Zollino si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre Li segale sono stati denunciati a radice libera per assembramento non autorizzato. Il prefetto e il questore si sono recati sul luogo del delitto, rassicurando la cittadinanza che episodi di questo genere saranno severamente puniti e l’organizzazione terroristica «Biodiversità e varietà antiche» sarà smantellata in breve tempo. Ma serve l’aiuto di tutti.

I supermercati hanno bisogno di tutta la nostra solidarietà. Le due autorità concludono ringraziando le forze di polizia per la dedizione e l’impegno e ribadiscono ai cittadini la necessità di stare a casa. Siamo in guerra e uniti si vince.

«Ma nu me rumpiti lu baccellu» ha esclamato Pisello Nano di Zollino, allarmando le autorità presenti. Quest’ultimo è stato prontamente bloccato dalle forze di polizia ed arrestato per oltraggio a pubblico ufficiale e procurato allarme.

Il giudice del Tribunale ha concesso gli arresti rurali, scatenando l’ira della popolazione, ormai confinata da mesi tra quattro mura. Il governo ha promesso che ci sarà più rigore e che episodi del genere non saranno più tollerati.

Andrà tutto bene.

Fore de capu.

🤤

20160507_171208

3 pensieri riguardo “Coronavirus: denunce e multe. Nei guai due vegetali con precedenti penali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...