Visto che l’altra sera stavamo parlando con Francesca, Stefano e Gianpiero del fatto che il seitan non sa di un caxxo se non lo sai cucinare, e visto che mi hanno regalato per l’appunto quattro pacchi di seitan (da consumare subito praticamente perché sono in scadenza), ne ho utilizzati due per sperimentare due bislacche e impopolari ricette che però rendono giustizia secondo me all’esistenza e alle possibilità del seitan. Ricette come sempre interculturali, naturalmente. Le dedico per l’occasione a* mie* compagni/e di avventura del Leitmotiv 13, l’uscita discografica che ha cambiato il volto del 2013 prima ancora che esso inizi!! 

https://www.facebook.com/Leitmotiv13
http://leitmotiv13.wordpress.com/

(da un post facebook di Gianluca Ricciato del 24 dicembre 2012)

1 – SEITAN “UN PONTE PER” CUMINO E SPUNZALI

250 GR DI SEITAN (PER 3 PERSONE)
4 SPUNZALI* (IN ASSENZA CIPOLLOTTI)
4 POMODORINI DI PENDOLA** (IN ASSENZA CILIEGINI)
2 CUCCHIAINI DI CUMINO
OLIO E.V.
SALE FINO


* Gli spunzali sono dei cipollotti molto saporiti che si trovano solo in Salento (che io sappia) per il resto del mondo vanno bene i cipollotti o proverei anche la variante porri (ma è da sperimentare).

**Anche questi si trovano solo in Salento, sono i pomodori d’inverno o “di pendola” dal particolare succo, ma vanno bene anche i ciliegini, i pachino o altri succosi (in altre ricette li ho usati).

Taglia gli spunzali (cipollotti) per lungo e mettili a soffriggere dolcemente insieme a poco olio e mezzo bicchiere d’acqua per 5-10 min. Intanto taglia il seitan a cubetti medi e piccoli. Quando gli spunzali sono appassiti, cala dentro i cubetti di seitan e falli cuocere per 15-20 minuti rigirandoli di tanto in tanto. Intanto tagliuzza i pomodori che aggiungerai, insieme a due cucchiaini di cumino 5 minuti dopo aver calato il seitan. Quando il tutto è morbido e il sughetto è intriso di succo di pomodoro e cumino, la ricetta è pronta

seitan 5
Un momento della preparazione delle due ricette

2 – SEITAN “ULTRALIGHT”

250 GR DI SEITAN (PER 3 PERSONE)
PANGRATTATO GROSSOLANO
2 UOVA BIO
MENTA FRESCA
1 LIMONE
OLIO E.V.
SALE FINO


Taglia il seitan per lungo (a “linguette” o come si dice vabbè avete capito). Sbatti le uova in un piatto e aggiungici la menta fresca tagliuzzata. Prepara il pangrattato in un altro piatto. Intanto metti a fumare olio abbondante in una padella antiaderente. Passa il seitan prima dell’uovo e poi nel pangrattato e buttalo nell’olio bollente. Dopo pochi minuti è pronto, tiralo su con una schiumarola (cioè, il colino quello con i buchi) e mettilo su un piatto con della carta assorbente. Aggiungi a piacimento limone abbondante e sale


E fattela una risata

E’ bene ribadirlo ogni tanto 🤭

ALIMENTAZIONE VEGANA FOR DUMMIES
Sono 10 anni che rispondo alla domanda “cosa mangia un vegano?”, 10 anni che ancora non riuscite a memorizzare quattro semplici parole come verdura, frutta, legumi e cereali. Capite solo quello che vi fa comodo capire, solo quello che il vostro analfabetismo funzionale vi consente di memorizzare. Infatti basta che un qualsiasi microcefalo si metta a scrivere “vengani kativi, quinoa, soia, vengani falzi avocado, seitan, fame mondo, amazon(ia)”, che subito spuntate come funghi a ripetere le stesse parole manco fosse la strofa della vostra canzone del cuore (e fortuna che voi sareste quelli che non si fanno fare il lavaggio del cervello e pensano con la propria testa). Ma andiamo con ordine…

– Seitan e Tofu: Sono due cibi orientali che hanno migliaia di anni. Non li hanno inventati i vegani. Lo so, voi siete ignoranti e non li conoscevate, ma non è un nostro problema.

– Quinoa: sono vegan da oltre 10 anni e non l’ho mai mangiata, ma è un alimento consumato sia dai vegani che dagli onnivori. Il fatto che non lo conosciate è da imputare a quanto detto sopra. Cioè che siete ignoranti.

– Avocado: L’avocado è un frutto, i vegani lo usano esattamente come lo usano gli onnivori. E’ usato moltissimo nei sushi bar e nei ristoranti giapponesi ed è l’ingrediente principale della guacamole, quella salsetta verde che vi danno al ristorante messicano insieme al chili, ai tacos, ai nachos. Adesso mi raccomando, venitemi a dire che non andate al giapponese o al messicano…

– Soia: solo il 6% della soia coltivata è utilizzata per scopo alimentare umano. In quel 6% ovviamente sono compresi i vegani, gli onnivori e soprattutto gli orientali, che usano la soia da sempre. Il resto delle coltivazioni viene usato per il foraggio. In pratica la maggior parte della soia viene usata per alimentare gli animali degli allevamenti, quegli animali che mangiate voi onnivori, avete presente? Quindi se volete qualcuno da incolpare per lo sfruttamento, l’inquinamento, la deforestazione e la fame nel mondo, guardatevi allo specchio.

Cosa mangiano dunque i vegani? Mi verrebbe da dire verdure, frutta, legumi e cereali… ma qualcosa mi dice che capirete soia, seitan, avocado e quiona. D’altronde voi onnivori mangiate solo carne e credete anche di avere un’alimentazione varia. Lo so che teoricamente potreste mangiare quello che mangiamo noi più le vostre schifezze, ma in pratica non sapete un cazzo di cosa mangiano effettivamente i vegani e per il resto avete chiamato con 40 nomi diversi l’unico alimento che conoscete, ovvero la carne… Si perché anche il pesce in realtà è carne, il prosciutto è carne e pure il salame è carne. Ah già, avete pure i latticini. Mi correggo la vostra alimentazione è veramente di una varietà sconcertante, lol

Per quanto riguarda “i cibi strani dei vegani”, ovvero quei cibi che i vegani consumano saltuariamente come le cotolette di soia, i burger vegetali, i wurstel vegetali, il formaggio vegetale etc. Siete liberissimi di dire che fanno schifo, i gusti sono gusti non lo metto in dubbio, ma vorrei ricordarvi che voi mangiate le budella di maiale, il fegato malato dell’oca, il sanguinaccio, le zampe e la testa di gallina, i testicoli del mulo, il ripieno nel culo del tacchino, e sbavate all’idea di mangiarvi gli insetti nell’immediato futuro, quindi avete poco da fare gli schizzinosi mi pare.

Poi certo se i vegani “non possono andare avanti a foglie di lattuga del nebraska e acqua minerale senza ossigeno aggiunto”, come mi ha fatto notare qualche genio, nemmeno voi potete andare avanti a polpette di unicorno rosa dell’etiopia nord orientale e bresaola di gnomo del sud tirolo. Non vi pare?

Ora ripetete con me:

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

Verdura, Frutta, Legumi, Cereali.

(Da un post facebook di Nonno Paolone del 20 dicembre 2018)


Non sono vegano ma (vegetariano)

 

15 anni fa, durante le vacanze di Pasqua del 2003 e dopo un lungo periodo di trasformazione dei miei pensieri e delle mie opere, ho deciso di diventare ufficialmente vegetariano. Per festeggiare questo evento ho deciso di dare luce e visibilità oggi a 15 domande ricorrenti, selezionate tra le tante che mi sono sentito rivolgere in questi 15 anni e che mi hanno aiutato a temprare il mio spirito nonviolento. Eccole:

Vegetariano. 15 domande x 15 anni

animal liberation

Annunci

2 pensieri riguardo “Ricette natalizie impopolari. E fattela una risata. Non sono vegano ma

  1. Allora andiamo con calma: detesto le budella di maiale il fegato e le interiora tutte. Vado matta per il sushi lo zenzero candito, mi piacciono i crostacei le verdure la quinoa i cereali, morirei senza riso. Però ogni tanto non disdegno la lingua lessata. La sola idea di dover mangiare cavallette arrostite e marmellata di formiche mi fa vomitare. Dove mi collocheresti?
    Dimenticavo, sono schiava dei dolci e della cioccolata amara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...